sabato 24 dicembre 2016

Tè di Natale







































Venceslao il buon Re nella notte Santa
guardò e vide attorno a sè neve alta e bianca.
E la luna che lassù tutto illuminava
vide un povero laggiù che legna cercava.
“Corri paggio, vieni qui, dimmi chi è quell’uomo.
Come vive e cosa fa, dimmi se egli è buono”
“A una lega e più da qui, presso la foresta,
sotto il monte lui sta lì e vive vita onesta”.
“Noi lo andremo a visitar, prendi cibo e vino,
porteremo da mangiar e legna di pino”
Ed il re si incamminò insieme al suo paggio.
Il maltempo lui sfidò e il vento selvaggio.
“Sire non ne posso più, troppo il gelo e il vento.
Arrivare fin lassù no, non me la sento”.
“Se i miei passi seguirai con fede e con coraggio
meno freddo sentirai, stammi dietro paggio”
Dietro al re lui camminò ne seguì le impronte
E del caldo che provò santa era la fonte.
Tu sia ricco o misero, dal cielo ci è dato
che chi aiuta il povero poi sarà aiutato.

(trad. ita di John Mason Neale, Good King Wenceslas, 1853)


Natale, pigne e fili di lana







































Un'altro Natale è alle porte e fervono i preparativi per il pranzo in famiglia.

mercoledì 21 dicembre 2016

Cosciotti di tacchino caramellato con cipolline e pepe sichuan







































Non mi sono mai cimentata con il tacchino ripieno, ultra citato piatto americano grande protagonista, dal Ringraziamento in poi, di un po' tutte le grandi feste invernali. 
Ma senza affrontare l'enorme pennuto, ho pensato che una versione più modesta, nostrana, ma piena di aromi agrodolci potesse essere un'ottima idea per un secondo natalizio. 
Il guanciale sotto pelle evita che la polpa risulti troppo stoppacciosa, la caramellatura al miele rende la pelle molto croccante e lucida e si sposa benissimo con le cipolle e il profumo di questo pepe molto particolare. 
Così tra tanti arrosti e brasati, potrete avere una valida e gustosa alternativa da presentare ai vostri ospiti!

domenica 18 dicembre 2016

PanDoro







































Non so se esistano dispute natalizie più "accanite" come tra chi propende per il Panettone e chi invece sceglierebbe il Pandoro a occhi chiusi. Troppo burro, troppo secco, troppa uvetta, uffa i canditi... 
Per me difficile non sentirmi pandoro-addicted anche solo per moto d'orgoglio. Perchè qualunque veronese come me sa che da noi le stelle a Natale sono due e sono indecisa su quale sia la più importante! 

lunedì 12 dicembre 2016

Tortina (Paradiso) di Santa Lucia







































Santa Lucia bella
dei bimbi sei la stella,
pel mondo vai e vai
e non ti stanchi mai,

trova la porticina
di questa mia casina,
poi continua la strada
per tutta la contrada,
poi continua il tuo viaggio
per tutto il mio villaggio.

A tutti i bimbi buoni
Tu porta dolci e doni,
ma i regali più belli
portali ai poverelli.


Un bel po' di tempo fa avevo già scritto di come la festa di Santa Lucia sia a Verona, mia città natale, molto sentita, e come nella notte tra il 12 e il 13 dicembre, tutti i bambini attendano il risveglio per poter trovare i doni desiderati ma soprattutto tanti dolci. In quel mio primo post parlavo anche di una focaccina, una piccola tortina che mia nonna mi preparava perchè la potessi lasciare, insieme ad un bicchiere di vino e qualche zolletta di zucchero o chicco di mais, alla Santa, al suo aiutante, il Castaldo, e al piccolo asinello (il musseto) per rifocillarsi nella notte, tra una consegna e l'altra.

domenica 11 dicembre 2016

Panini di Santa Lucia (Lussekatter)







































"A Michela, 
docente appassionata, artista,
costruttrice di deliziosi macina-caffè, 
di crostate di fragole e di biscotti alla lavanda. 
E, sempre, sognatrice...
Sabrine"


"Din-Don!"
Una decina di giorni fa il Natale ha suonato alla mia porta. Sotto forma di un timido corriere armato di una pacchettino atteso fin dal suo ordine. L'acqua che borbottava sul fuoco per il pranzo ha perso improvvisamente l'appeal a lei dovuto e nemmeno si era chiusa la porta dietro le mie spalle che l'incartamento è finito a terra  rivelando un libro che profuma di feste, racconti e cose buone.

domenica 4 dicembre 2016

Bastoncini bicolore senza burro







































Seconda domenica d'Avvento e la mia casa è già addobbata e piena di lucine. Raccolgo come ogni anno idee per addobbare la tavola di Natale, dolci nuovi e ricette da preparare, rinfresco il mio lievito e sforno biscotti. Che Natale è senza biscotti da sfornare?
Con la scusa ho sperimentato una seconda ricetta di frolla senza burro (la prima qui) così potete sempre dire che vi tenete leggeri prima delle grandi abbuffate e potete regalarne sacchettini vari a tutti i vostri amici intolleranti al lattosio o perennemente a dieta...ma che hanno una gran voglia di sgranocchiare qualche vostro dolce pensiero a colazione, davanti alla loro tazza preferita, pensando a quanto manca a Natale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...